Akira Hiramoto è l’autore del seinen Prison School, particolare commistione tra commedia ed erotismo (con una forte componente di fanservice) che tanto ha divertito e intrigato il pubblico giapponese e non solo. L’opera di Hiramoto si può però definire ancora un lavoro minore in quanto, sempre per la casa editrice Kodansha, l’autore ha già lavorato ad un manga comico pubblicato ininterrottamente per ben undici anni. Scopriamo qualcosa in più su questo autore.

Da Okinawa con furore

Nato nell’isola di Okinawa nel 1976, Hiramoto cresce al sole e al caldo, abituandosi fin da subito alla vista di corpi in bikini (e sicuramente venendone già ispirato inconsapevolmente allora). Anche il suo periodo scolastico gli è stato d’ispirazione, ha infatti frequentato un liceo dove le classi erano divise tra ragazzi e ragazze, esperienza che gli sarà d’aiuto nell’ideazione proprio di Prison School. Gli anni scolastici per Hiramoto non furono però il massimo, ha infatti raccontato che solo grazie alla sua passione per il manga che è riuscito a sopravvivere. Proprio la passione per il manga lo porterà a soli diciannove anni a firmare un contratto con Kodansha per lavorare come artista. Hiramoto aveva infatti vinto un premio per la sua oneshot Sono Tomodachi no Gimon Ari che premiava la sua creatività nonostante lui dubitasse fortemente delle proprie capacità artistiche.

PRISON SCHOOL © Akira Hiramoto/Kodansha Ltd.

Dalla commedia demenziale all’erotismo

Nel 1998 inizia la pubblicazione di Agonashi Gen to Ore Monogatari su Weekly Young Magazine e che durerà ben undici anni. La serie, che racconta le quotidiane gesta del manager di un’azienda di spedizioni senza alcuna qualità ma noto per le folte sopracciglia e capelli, si caratterizza per il fortissimo nonsense e lo sviluppo basato su brevi gag. In parallelo a questa opera scrive e illustra anche una serie intitolata Me and the Devil Blues, dall’omonima canzone di Robert Johnson, che racconta la storia di un musicista che vende l’anima al diavolo per l’abilità di suonare la chitarra. Pubblicata dal 2003 al 2008 la serie venne interrotta bruscamente quando l’autore si prese una pausa a tempo indefinito.

Akira Hiramoto – Il ritorno

Dopo tre anni di pausa Hiramoto torna all’assalto di Weekly Young Magazine pieno di energie e nuove idee. Inizia così la pubblicazione del suo Prison School, commedia scolastica ispirata al cinema americano e a opera come Nick Mano Fredda con Paul Newman, ma che qui in Italia ci ricorda tanto alcuni film di Alvaro Vitali degli anni Ottanta, sia per la spiccata comicità che per l’uso dell’erotismo.

Seguite le vicende dei soli cinque maschi della scuola ….. attorniati da oltre mille studentesse. Potete trovare tutti i numeri di Prison School sullo store online di Star comics e in tutte le fumetterie.